Curiosità e record del calcio

Curiosità e record del calcio

Il calcio è uno degli sport su cui il mondo delle statistiche e delle curiosità riesce a sbizzarrirsi di più, riuscendo a regalarci alcune vere e proprie “chicche” che in pochi conoscono, anche tra i più esperti. Le statistiche ed i record sono, come facilmente intuibile in continuo divenire: andiamo a scoprire quelle più importanti e che hanno fatto la storia del calcio grazie ad UpSport.

Lionel Messi: Re dei record

Se si guarda la pagina dei record di Lionel Messi, ci si rende conto di una cosa: la pulga argentina è un vero asso in tal senso, soprattutto se si considera che essendo un classe ’87 ha a disposizione ancora tanti anni per batterne di ulteriori e per entrare ancor di più nella leggenda. Non è un caso che questa escalation di record e curiosità sul mondo del calcio inizi proprio da lui. 

Messi è il giocatore ad aver segnato più gol in Liga e in Champions. Se per il primo record non ci sono dubbi che rimarrà invariato a lungo, in Champions è un testa a testa col rivale di sempre, Cristiano Ronaldo. Il fatto, però, che il 10 blaugrana abbia 2 anni in meno, fa pensare che anche questo record sia in cassaforte. Altro record battuto da Messi, questa volta insieme ai suoi soci, Neymar e Suarez, con cui forma il tridente denominato MSN  dai suoi tifosi, riguarda il tridente più prolifico del calcio: insieme hanno siglato ben 122 marcature superando Ronaldo, Benzema e Higuain. Numeri pazzeschi se si considera che i tre non hanno giocato insieme neanche la prima parte di stagione a causa della squalifica di Suarez per l’ormai celebre -in negativo- morso a Chiellini durante il Mondiale del 2014.

Tempi da record

Non bisogna essere Messi, Neymar o Suarez per fare la storia del calcio, anche dei calciatori meno famosi possono entrare nella leggenda. È questo il caso di Nawaf Al Abed, giocatore del Al Hilal il quale l’8 novembre 2009 ha siglato il gol più veloce della storia del calcio: il giocatore, infatti, ha impiegato appena 2 secondi per insaccare! Prima del fischio di inizio della partita valida per la “Coppa del principe Faisal Bin Fahad” contro L’Al Shoalal, il calciatore ha visto il portiere fuori dai pali e ha fatto partire un tiro preciso e potente che gli è valso il record, record difficile da battere.

Un altro tempo da record, riguarda la velocità del tiro. Record, questo detenuto da Koeman e siglato proprio durante una finale di Coppa dei Campioni contro la Sampdoria nel 1991: il tiro andava a ben 187 km/h. Un siluro.

Completini da calcio  e curiosità 

Le divise da calcio fanno la storia di questo sport, ognuna con una curiosità diversa. Tra le più interessanti, sicuramente, c’è la storia della maglia della Juventus  (che spiega anche il colore della seconda maglia rosa).

La storia (un po’ romanzata) racconta che la prima maglia della Juventus fosse di colore rosa con cravattino perché le prime maglie avevano dei materiali di qualità poco pregiata e che si stinsero divenendo rosa opaco. Vedendo ciò, uno dei soci del club, John Savage chiese se poteva trovare delle maglie migliori. Fece l’ordine in Inghilterra, da un amico fornitore dei Nottingham Forrest, squadra di prestigio dell’epoca che era di colore bianco con strisce nere “per incutere timore negli avversari”.

La maglia ha subito, diverse variazioni nel corso degli anni, tra queste da rilevare quella tra gli anni 70 e 80, in cui le bande verticali della Juventus sono divenute 11, questo per rendere omaggio proprio agli 11 calciatori che scendevano in campo e dovevano onorare la maglia.

La maglia più strana, però, è quella del portiere messicano Campos: sempre colorate e bizzarre rispecchiavano la sua personalità anche in campo.

About Domenico Puzone

Appassionato di tecnologia e dei prodotti Apple, amante di viaggi intorno al mondo. Nasce ad Acerra, la terra dei fuochi il 1 Febbraio 1992, da 6 anni gira l'Europa.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*