Piccoli prestiti in crescita: Aprile da record con +11%

Piccoli prestiti in crescita: Aprile da record con +11%

Ottime notizie in arrivo per quel che riguarda il settore dei prestiti che, secondo la Crif, sta facendo registrare una crescita esponenziale nel corso degli ultimi mesi. Per quel che riguarda il mese di Aprile si è assistito ad un vero e proprio boom di erogazioni con una crescita del 10,8%.

In particolare Crif registra un incremento dei prestiti di piccola entità con un importo medio di 8.439 euro per i prestiti non finalizzati e di 5.395 euro per quelli finalizzati a determinate spese. Il discorso cambia per quel che riguarda i prestiti personali la cui media è decisamente più alta e si assesta a 11.740 euro con una crescita del 5,1%.

Piccoli prestiti alle famiglie

Come abbiamo detto, sembrano riscuotere un grande successo i piccoli prestiti, ossia quei finanziamenti erogati per soddisfare esigenze finanziarie di modesta entità e il cui capitale non supera, generalmente, i 5 mila euro.

Secondo il sito di approfondimento PrestitiSbp.com, autore di questa guida sull’argomento http://www.prestitisbp.com/piccoli-prestiti/, questo incremento nell’erogazione di finanziamenti è dovuto, principalmente, al calo dei tassi di interesse che ha reso particolarmente vantaggioso accedere al credito.

Basti pensare che solo un anno fa era quasi impossibile ottenere un prestito personale al di sotto del 10% mentre oggi si possono ottenere piccoli finanziamenti, anche fino a 10 mila euro, con tassi che possono scendere ben al di sotto del 7%. Un altro aspetto da considerare è che i piccoli prestiti vengono erogati con maggiore facilità dalle banche in quanto si espongono ad un rischio minore.

Per chi ha la busta paga, poi, ottenere un piccolo prestito è questione di poco visto che la maggior parte delle banche eroga cessioni del quinto dello stipendio nell’arco di 24 o 48 ore. Per ottenere un finanziamento che sia davvero vantaggioso però, è necessario esplorare tutte le offerte che i vari istituti di credito mettono sul mercato.

In questo senso può darci una grossa mano il web con i suoi tanti strumenti. In particolare consigliamo di usare uno dei tanti comparatori di prestiti che permettono di verificare, nel giro di pochi secondi, quale prestito risulti essere più vantaggioso per le nostre esigenze.

Prestiti personali: cosa ci aspetta nei prossimi mesi

Ma al di la dei dati è interessante sottolineare che una crescita del settore dei finanziamenti è fondamentale per avviare la ripresa. Se le famiglie tornano a finanziarsi il primo effetto sarà quello di una crescita dei consumi, ossia della base imprescindibile per ridare slancio alla nostra economia.

Per i prossimi mesi le stime più attendibili ci indicano che questa tendenza di crescita delle erogazioni di prestiti personali dovrebbe continuare a questi ritmi. Stando ai dati in nostro possesso,in particolare saranno i piccoli finanziamenti, ossia quelli finalizzati all’acquisto di determinati prodotti e servizi, a farla da padroni facendo registrare, anche in questa occasione, i rialzi maggiori.

Il trend sarà consolidato anche grazie al basso livello dei tassi di interesse che, secondo le indicazioni della Banca Centrale Europea, dovrebbero confermarsi ai minimi ancora per tutto il 2015 e per la prima parte del 2016.

About Nico Caprioli

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*