La nicchia: spazio perso o guadagnato?

La nicchia: spazio perso o guadagnato?

Uno dei problemi che spesso affligge chi si trova in condizione di ristrutturare degli ambienti, è quello di trovarsi a dover fare i conti con una o più nicchie, che sembrano sbucare impertinenti tra muri portanti e pilastri nel momento in cui, con il desiderio di spazi più grandi al posto di tante stanzette, si decide di abbattere tramezzi e divisori. La tendenza degli ultimi anni, caratterizzati da una cronica mancanza di spazio, sembra essere quella di trasformare la nicchia in parte integrante dell’arredamento; vuoto da riempire e da vivere, al pari degli altri complementi.

La nicchia assume quindi varie forme e aspetti, a seconda delle misure, dell’ambiente in cui si trova e delle caratteristiche del design che la circonda.

La nicchia libreria

Se la nostra rientranza si trova in un ambiente adeguato, come il soggiorno o la camera da letto, la trasformazione in libreria è l’utilizzo forse più semplice, e quindi ovvio.
In base al tipo di arredamento scelto, si può intervenire nello spazio con delle semplici mensole, che si possono acquistare nei più famosi store di fai da te, oppure direttamente sulla muratura con del cartongesso. È lo spessore delle mensole a fare la differenza dal punto di vista estetico. Alte, magari in cartongesso colorato a contrasto della parete circostante stanno bene in un ambiente di stile moderno. Basse, di legno o di cristallo temprato si adattano meglio a un arredamento classico. Di sicuro impatto anche la soluzione che prevede la libreria incassata anche se in questo caso occorrerà rivolgersi ad una ditta che la predisponga su misura.

L’angolo studio

Se la nicchia, oltre che essere alta, fosse anche sufficientemente profonda, si potrebbe pensare di predisporre con la libreria un angolo attrezzato con scrivania, porta computer e addirittura una piccola cassettiera, in modo da reinventare lo spazio in un piccolo ambiente studio. Anche con questa soluzione ci si può sbizzarrire con materiali e colori, senza dimenticare che, data la natura dello spazio, sarà il posizionamento dei punti luce a determinare l’efficacia del risultato.

L’armadio a muro

L’armadio a muro è un’altra soluzione piuttosto scontata per risolvere il problema degli spazi superflui, tant’è che spesso le ditte di costruzioni lo prospettano in fase di progettazione. Soprattutto se si trova in zone di passaggio come l’ingresso, un’anticamera, o un corridoio, la nicchia diventa in questo modo funzionale come guardaroba, scarpiera oppure comodo ripostiglio dove riporre gli strumenti per la pulizia della casa.
Il focus in questo caso sarà sulla scelta di evidenziare o meno la presenza dell’armadio, giocando con i colori della tinteggiatura delle pareti circostanti.

La vetrina

Si potrebbe definire la vetrina un ibrido tra la nicchia libreria e l’armadio a muro; un buon modo per sfruttare lo spazio e mettere in mostra i pezzi migliori di casa. Anche per questa soluzione è consigliato, se non addirittura necessario, il supporto di ditte specializzate, sia per quanto riguarda la buona qualità del vetro delle ante e per la solidità del loro montaggio, che per ciò che pertiene i punti luce, che devono valorizzare quello che si decide di esporre.

In camera da letto

È importante curare l’arredamento nelle stanze da letto, soprattutto in quelle dei ragazzi, si può arrivare a trasformare la nicchia, ovviamente se questa ha adeguate dimensioni, nel contenitore del letto stesso. Sono numerose le case produttrici di arredamento che propongono soluzioni per questa opzione, anzi addirittura c’è la tendenza a creare nicchie dove in precedenza non esistevano, per dare l’idea di una maggiore privacy, o per dare vita a una piccola zona rifugio ben distinta da resto della stanza.

Con un po’ di immaginazione e fantasia è quindi facile trasformare un inutile spazio vuoto in un funzionale e a volte scenografico particolare, anche senza spendere somme importanti.

About Francesco Sposato

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*