Prestiti personali per studenti: come si ottengono?

Prestiti personali per studenti: come si ottengono?

Negli Stati Uniti lo “student loan” è una prassi consolidata per milioni di giovani studenti. Si tratta dei prestiti finalizzati a coprire le spese delle costose università americane, le cui rette possono essere saldate senza problemi solo dai rampolli delle famiglie più abbienti. Il resto dei giovani statunitensi si affida invece a finanziamenti che vengono poi ripagati una volta conseguito il titolo di studio ed iniziata la carriera professionale. Questo fenomeno, tipico della cultura anglosassone, pare essere in salita, visto che, secondo una statistica del 2014, il numero di studenti che ha fatto ricorso ad un prestito è salito dell’84%.

Sebbene non con le proporzioni registrate oltreoceano, anche in Italia i nostri giovani universitari stanno iniziando a rivolgersi ad istituti di credito per ottenere finanziamenti finalizzati allo studio. I prestiti, che coprono i costi d’iscrizione, ma anche vitto e alloggio e l’acquisto dei testi, sono più convenienti rispetto a quelli tradizionali: alcuni possono essere saldati dopo il conseguimento del titolo, per un periodo di 10 anni, offrono la possibilità di procrastinare l’inizio del pagamento della prima rata di due anni, presentano tassi fissi. Va anche citato il cosiddetto “prestito d’onore”, un finanziamento concesso agli studenti più meritevoli, i cui alti standard devono però rimanere costanti durante tutto il percorso di studi.

Di solito le università stipulano una convenzione con istituti privati o banche che hanno sviluppato questa linea di credito (come Banca Intesa o Unicredit), ma chi li volesse richiedere può rivolgersi anche al Comune o alla Regione di appartenenza.

Si tratta, in linea di massima, di piccoli prestiti personali finalizzati allo studio che permettono ai giovani di poter avere una formazione professionale anche in mancanza della disponibilità economica necessaria ed evitando di pesare eccessivamente sulle spalle delle famiglie. In più, questi finanziamenti, essendo altamente agevolati riescono ad essere gestiti anche in assenza di un lavoro (come abbiamo visto i prestiti per studenti prevedono un piano di ammortamento che parte solo dopo la fine del percorso formativo). Un motivo in più per puntare sulla propria formazione.

About Debora Mastroianni

Laureata in Scienze della Comunicazione è articolista presso Webdaynews per il settore dell'attualità e del gossip. Ha una grande passione per la scrittura e per la cucina.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*