Justin Bieber condannato: guida spericolata e aggressione

Justin Bieber condannato: guida spericolata e aggressione

L’idolo delle ragazzine ne ha combinata un’altra delle sue. Guai in vista anche questa volta per Justin Bieber, che è stato condannato per guida spericolata e aggressione. Due capi d’accusa abbastanza forti, ma lui se l’è “cavata” con una multa da 600 mila dollari per la guida spericolata. A rivelarlo è stato il sito E! Online che è riuscito ad avere la conferma diretta dalla crew di Bieber che non ha potuto nascondere l’accaduto. Per quel che concerne il reato di aggressione, invece, il tribunale lo ha condannato, ma, non essendo stata formalizzata la condanna penale, il cantante è stato rilasciato dopo il pagamento della salatissima multa.

Attenzione, però, l’avvenimento non è accaduto di recente, ma di recente è arrivata, invece, la condanna e l’obbligo a pagare la multa. I fatti in questione, infatti, risalgono a qualche anno fa e, per la precisione, al Settembre 2013. Lo scenario del fatto è il Canada: nel mezzo di un tour, il cantante aveva deciso di andare a fare visita alla famiglia. Al momento del fermo e dell’aggressione, Bieber era alla guida del suo fuoristrada, assieme alla sua ex fidanzata di quel periodo, Selena Gomez, anch’essa cantante. Quello che ha scatenato il tutto è stata la presenza di un minibus guidato da un fotografo: la coppia andò a sbatterci contro, anche perché la guida era assolutamente spericolata.

Quando il fatto accadde, il legale di Bieber cercò di minimizzare la situazione e difendere il suo assistito sostenendo che la coppia, stressata dal continuo assedio dei paparazzi, cercava di passare un po’ di tempo in tranquillità senza riuscirci perché “disturbata dalla sgradevole presenza dei paparazzi”.

A quanto sembra il giudice che lo ha ritenuto colpevole non ha pensato esattamente la stessa cosa e la sentenza a sfavore di Bieber è arrivata come un macigno, portando con sé solo una multa…di 600 mila dollari.

 

 

 

About Serena Marigliano

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*